Contenuto Principale
Cinzia Albertini

Cinzia Albertini

Analogamente ad altre frazioni, giovedi 5 u.s. si è svolto a Viarago, l’incontro con la cittadinanza frazionale, per la nomina del delegato comunale.

Folta la partecipazione dei residenti, riuniti in una sala della casa sociale che stentava ad accoglierli tutti, a testimonianza che l’amministrazione pubblica, quando si avvicina direttamente, sa coinvolgere la popolazione. Fondamentale la decisione del Sindaco Roberto Oss Emer di far nominare il delegato comunale dagli abitanti e non da una propria scelta, come avveniva nel passato.

Titolo: La farfalla avvelenata. Il Trentino che non ti aspetti

Autore: Tomasi Andrea, Valenti Jacopo

Editore: Città del Sole Edizioni

Incredulità, sorpresa, rabbia. Questi, nell’ordine, gli stati d’animo che scaturiscono durante la lettura di questo libro-inchiesta. Soprattutto perché conferma in modo inequivocabile le contiguità della politica locale con chi è in grado di fornire denaro e consensi.

Il territorio, la natura, il benessere dell’ambiente sembrano, in questo libro, non interessare a nessuno. Questo nostro Trentino meriterebbe una classe politica più attenta e sensibile alle problematiche ambientali, perché la ricchezza e la naturalità del nostro territorio sono beni inestimabili da preservare con estrema cura, per essere trasferiti intatti alle generazioni future. Cinzia Albertini

Il negozio multiservizi della frazione di Viarago, ha una lunga storia che passa attraverso le vicende della famiglia di Remigio Zampedri, classe 1909, che ne fu il fondatore. La licenza risale al 1947, anni duri e difficili per tutti, quelli del dopoguerra, anni nei quali il lavoro bisognava inventarselo o emigrare, come fecero molti trentini.

Mer 31 Luglio 2013

LUI è tornato

Titolo: LUI è tornato (titolo originale: ER ist wieder da)

Autore: Timur Vermes

Editore: Bompiani

“Lui è tornato” è una divertente parodia dall’umorismo pungente, un originale esercizio di fantasia che trasforma il peggior incubo del secolo scorso e il più grande tabù del popolo tedesco, in un personaggio dai tratti ridicoli. E lo fa, quasi incredibilmente, senza storpiare il vero modo di pensare di Hitler, ma semplicemente inserendolo in un contesto temporale e sociale completamente diverso, in un mondo cinico e distratto.

Non c’è nessuna traccia di apologia del nazismo e, anzi, proprio attraverso l’umorismo – e ad alcuni episodi che assumono sfumature molto toccanti – si è in grado di compiere delle riflessioni sulla pagina più nera del Novecento da un punto di vista inedito.

Il percorso dell’Hitler di Vermes è terribilmente plausibile. Occorre essere vigili, perché le società democratiche sono assai più vulnerabili di quel che si crede. Vermes questo ce lo mostra chiaramente, spietatamente: sessant’anni di pace, non bastano per far penetrare a fondo una vera cultura democratica. Più gli anni passano, più ci dimentichiamo come sia potuto accadere quel che è successo e come le tecniche di manipolazione delle masse si affinino sempre più, in forme che, spesso, non siamo neppure in grado di riconoscere.

Con questo libro s’impara di più su Hitler, il nazismo e la democrazia che in tanti libri di storia. Soprattutto Vermes decostruisce il mito, che è il primo passo per non farsi affascinare dal demagogo. Hitler è un populista, le sue capacità iniziano e finiscono nel saper “tenere in mano” la folla. Eppure basta. Perché siamo sin troppo sensibili al fascino della moltitudine, all’idea che esista qualcuno in grado di dirci, senza ombra di dubbio, cos’è giusto e cosa è sbagliato. Perché "la vera follia", ricorda Vermes nelle parole di Peter Ustinov, "è l’assenza di dubbi" e tutti noi, come Hitler, siamo costantemente senza dubbi… è quindi una follia molto contemporanea. Cinzia Albertini

Dom 28 Luglio 2013

IL MATTINO DEI MAGHI

Titolo: Il mattino dei maghi

Autore: Louis Pauwels e Jacques Bergier

Editore: Mondadori

"C’è tempo per tutto. E c’è anche un tempo per cui i tempi si congiungono”.

I vecchi testi di alchimia assicurano che in Saturno si trovano le chiavi della materia. Per una singolare coincidenza, tutto quello che oggi si sa in fisica nucleare si fonda su una definizione dell’atomo “saturniano”. Questa concezione dell’atomo è ammessa da tutti gli scienziati del mondo, non come verità assoluta, ma come la più efficace ipotesi di lavoro.

Questo libro, riprendendo intuizioni e leggende alimentate attraverso i secoli da magia e occultismo, riannoda ad esse gli orizzonti oggi dischiusi dalle ultime scoperte scientifiche, gettando un ponte tra magia, mistica e spirito moderno. Cinzia Albertini

 

In questi giorni, sulla stampa locale imperversa la discussione relativa alla proposta di Margherita Cogo, di non finanziare più il concorso di Miss Italia in Trentino. Le motivazioni addotte riguardano l’uso di denaro pubblico per un concorso che, si dice, contribuisca a promuovere la mercificazione dell’immagine della donna. Per contro gli organizzatori ne esaltano l’importanza, sia dal punto di vista turistico, sia per le opportunità lavorative date dalla visibilità che esso offrirebbe alle aspiranti miss, nonché alla presunta sicurezza in se stesse che queste ragazze acquisirebbero sfilando in passerella.

La riflessione che ne scaturisce leggendo i vari dibattiti, non riguarda però le opinioni degli uni o degli altri, ma obbliga ad un’analisi ben più approfondita dell’attuale situazione della nostra società.

Ad un mese dal ballottaggio siamo andati a trovare il nuovo vicesindaco.

Daniela Casagrande ci riceve nel suo ufficio. Un locale che dopo la nomina ha voluto condividere con l’assessore all’economia Sergio Paoli, che poteva disporre di un locale troppo piccolo per ricevere i cittadini che desiderano parlargli. D’altro canto, spiega Daniela, sono spesso in giro ad ascoltare tutti coloro che mi chiedono di incontrarli. C’è bisogno d’essere tra di loro, di sentire i loro problemi, di condividerli e possibilmente, in questo momento di crescente difficoltà economica, di risolverli.

Mercoledì 25 giugno si è tenuto il primo consiglio comunale della neo eletta Amministrazione del Sindaco Oss Emer.
La folta presenza di astanti ad assistere al giuramento del primo cittadino e alle nomine degli assessori, è stata definita dalla stampa locale “una folla”.

Dopo l’elezione della nuova amministrazione comunale, trascorsa l’euforia della vittoria e assorbita la delusione degli sconfitti, in attesa del primo Consiglio del 25 giugno, i cittadini si interrogano sul futuro di alcuni progetti già approvati dalla precedente Giunta.

Titolo: RIVOLUZIONE NON AUTORIZZATA.

Autore: Marco Pizzuti

Editore: Il Punto d’Incontro

Argomento: Società e Politica

Saggio che tutti dovrebbero leggere. L’autore descrive in modo dettagliato i temi fondamentali della nostra società, con il suo stile veloce, preciso e mai noioso, che si presta ad una piacevole lettura. Vi cambierà la visione, non solo del mondo, ma della vostra quotidianità, che se all’apparenza sembra libera, di fatto è costantemente “indirizzata”. Cinzia Albertini

Ricerca / Colonna destra

frase ok

Notizie Random

  • L'epoca moderna ci fa perdere le connessioni logiche della coscienza
    Scritto da
    L’informazione nel mondo di oggi è ovunque. L’informazione è la TV, il computer, la pubblicità. Il nostro cervello riesce a fatica a digerire questo flusso d’informazioni e gli scienziati concordano sul carattere di massa che ha acquisito il deficit dell’attenzione. Quasi come i bambini piccoli, fatichiamo a fissare l’attenzione su un certo oggetto, e si può dire che si è formata una “coscienza-clip”, soprattutto per quel che riguarda le giovani generazioni. Il sovraccarico informazionale del cervello è la realtà dei giorni d’oggi.
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 305 visitatori e nessun utente online

Video

Il punto di Giulietto Chiesa: Vaccini: decisione da rivedere. Le proteste sono giustificate

Di fronte Ddl Lorenzin sui vaccini è naturale chiedersi "a chi giova?". In Italia non abbiamo un'emergenza sanitaria che giustifichi l'imposizione di dodici vaccini, in più in diversi paesi europei le vaccinazioni, pur essendo fortemente raccomandate, non vengono imposte per legge. Se invece si volge lo sguardo verso uno dei giganti dell'industria farmaceutica, la Glaxo, ci si accorge di diversi, clamorosi tentativi di condizionare illegalmente le politiche sanitarie di diversi stati.

Ti piace il giornale ?
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
Totale dei voti:
Primo voto:
Ultimo voto:
 
Powered by Sexy Polling
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto