%AM, %18 %320 %2016 %08:%Lug

    Brexit Post

    Brexit Post

    Da oltre tre settimane i media si affannano a disegnare scenari foschi per il nostro futuro a seguito l’uscita della GB dalle UE, ma a parte l’attuazione della strategia della tensione su scala internazionale, vedi attentato di Nizza e mancato golpe in Turchia, nulla di particolare è accaduto nell’ambito economico.

    Pubblicato inNazionale / Estera
    Brexit wars: l’Impero colpisce ancora…

    Una decisione storica per il mondo intero.
    Le fondamenta della gigantesca piramide del potere stanno scricchiolando…

    Pubblicato inNazionale / Estera
    ZEROHEDGE – LA VERA CATASTROFE DEL BREXIT: LE 400 PERSONE PIÙ RICCHE DEL MONDO PERDONO 127 MILIARDI DI DOLLARI

    Per lo scorno di tutti gli scettici, ZeroHedge conferma che il paventato disastro innescato dal Brexit si è effettivamente verificato: il crollo del mercato azionario successivo al referendum ha creato un buco di 127 miliardi di dollari nei patrimoni degli uomini più ricchi del pianeta, limandoli del 3,2%. George Soros l’aveva detto ai britannici: “state attenti, il Brexit vi renderà più poveri”. Non aveva precisato che si riferiva a se stesso e ai suoi colleghi miliardari, ma pare che i britannici l’abbiano comunque capito, votando di conseguenza.

    Pubblicato inNazionale / Estera
    %PM, %25 %463 %2016 %12:%Giu

    Brexit Day

    Brexit Day

    Il referendum per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea ha avuto successo e la preoccupazione delle grandi banche d’affari, dei governanti mondiali, Obama in testa, che rappresentano non i loro popoli, ma l’interesse dei mangia denaro, era stata esternata ancor prima dell’inizio del voto.

    La GB che non ha mai avuto l’euro, che dalla UE ha avuto solo benefici economici per l’agricoltura, l’industria, per gli scambi commerciali, per l’intermediazione finanziaria e ben altro ancora, ha deciso di andarsene.

    Pubblicato inNazionale / Estera
    LA REGINA HA PARLATO, LA BREXIT VINCERA’!

    A due giorni dal referendum la Regina ha parlato. Secondo il suo biografo Robert Lacey, nel corso di una cena Elisabetta II avrebbe posto questa domanda ai suoi commensali: “Datemi tre buone ragioni per cui la Gran Bretagna dovrebbe essere parte dell’Europa”.

    Pubblicato inNazionale / Estera

    Notizie Random

    • La quarta guerra d’indipendenza
      Scritto da
      In Italia ci sono persone di tutte le età, che iniziano a lavorare alle prime ore del mattino e continuano per tutto il giorno nella loro infaticabile ed appassionata opera. Spesso si dice che è la necessità ad indurle al lavoro, sminuendo e svilendo la motivazione originaria di quel fare. Non si lavora per solo denaro. Anzi, per l’uomo in salute il lavoro è l’irrinunciabile espressione di se stesso, per questo esso è posto all’inizio della nostra Costituzione. Chiunque lavori con passione, avverte quell’intimo appagamento generato dalla consapevolezza di aver ben eseguito la propria attività. Muratore ed operaio, contadino ed…
      Leggi tutto...

    Redattore

    © 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

    Please publish modules in offcanvas position.

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto