Contenuto Principale
Stefano Radi

Stefano Radi

Lunedì, 02 Giugno 2014 21:41

L’Europa cambierà?

Ebbene è andata. Mentre in Italia la percentuale dei votanti alle europee conferma il dato di 5 anni fa, negli altri principali Paesi dell’eurogruppo le attenzioni per il Parlamento di Bruxelles calano.

Scendono vistosamente, in Germania, Francia ed Inghilterra, dove, tra i votanti, crescono gli euro delusi. Definire gli obiettori dell’Europa, “euroscettici” è infatti riduttivo, rispetto al sentimento politico che li anima.

Giovedì, 22 Maggio 2014 15:42

Quale governo per questa Nazione?

Siamo alla vigilia di una nuova consultazione elettorale europea, che per circa 4000 comuni italiani accorperà anche il rinnovo delle cariche municipali.

La valenza di queste consultazioni è anche un test per il nuovo governo; il terzo che si succede a governare senza scaturire dal consenso popolare.

Il fremito che anima gli umori di questa Nazione, che superficialmente appare distratta dalla politica, per parte schifata dalle sue nefandezze, non è ormai più controllabile dai vari partiti, tutti afflitti da scandali, scissioni e beghe interne, i quali nemmeno in provincia riescono a coagulare intorno ad essi interessi estranei al tornaconto personale.

Nel suo libro dedicato all’accordo transatlantico, Danièle Favari fornisce tutte le ragioni per opporsi ad esso. Ed oltre ai rischi sanitari e il fatto di agevolare le multinazionali, c’è un meccanismo poco conosciuto ma rivoltante, la sopravvivenza dei defunti AMI (Accordi Multilaterali sugli Investimenti), gli RDIE, tribunali che sottomettono le democrazie.

L’RDIE, CHE COS’É? L’RDIE (Règlement des Différends entre Investisseurs et Etats: Regolamento Controversie tra Investitori e Stato), o ISDS in inglese (Investor-State Dispute Settlement: "Accordo per le Dispute tra Investitore e Stato è «un meccanismo di arbitrato privato tra gli investitori e gli Stati che si sostituirebbe alle giurisdizioni esistenti, permettendo così agli investitori privati di liberarsi da tutte le leggi, di aggirare le decisioni per loro ingombranti e di consacrare la privatizzazione del potere legislativo".

Gli Stati e i Parlamenti non possono nulla contro queste sentenze. Sono stati esaminati 6514 casi nel 2012. Danièle Favari nota che «15 arbitri hanno deciso il 55% di tutte le controversie conosciute» e che « nel 2012 le rivendicazioni degli Investitori sono state accettate nel 70% delle decisioni arbitrali conosciute », con 1,77 miliardi di dollari di indennizzo all’Occidental Petroleum da parte dell’Ecuador.

Domenica, 02 Marzo 2014 22:07

La Democrazia è a senso unico?

Mentre in Italia stiamo attendendo frementi le riforme che il nuovo premier Renzi, transvolato in Parlamento dalla poltrona di sindaco di una media città, apporterà alla nostra malata democrazia, in Ucraina si stanno vivendo da alcune settimane, giorni di scontri cruenti tra opposte fazioni.

Il colpo di stato che ha consentito nei giorni scorsi l’insediamento del nuovo presidente ad interim Turcinov, ha accolto il favore unisono di USA e UE, che hanno tempestivamente plaudito, per bocca dei rispettivi massimi esponenti al rivolgimento Ucraino.

Domenica, 16 Febbraio 2014 16:14

IL NUOVO CORSO

Ebbene, tra pochi giorni avremo il nuovo Presidente del Consiglio: il quarto in quattro anni, ci dicono i giornali.

In questa Nazione, che le onnipresenti classifiche riportano sistematicamente arretrata nel corso degli ultimi lustri tra le ultime per il rispetto delle regole democratiche, soprattutto per la capacità dell’informazione di riferire ai propri lettori/cittadini, con la necessaria puntualità e completezza sui temi di effettivo interesse per la vita di ciascuno, avremo un nuovo governo, eletto da non si sa chi.

Domenica, 29 Dicembre 2013 20:36

Chi governerà l’Europa?

L’anno che si conclude è stato denso di impegni elettorali per i perginesi: elezioni politiche, comunali, provinciali e tra cinque mesi sarà la volta delle elezioni europee.

Quale fervido susseguirsi di chiamate all’espressione della volontà politica degli elettori! Peccato che, dagli immancabili sondaggi, emerga che solo ad un esiguo numero di cittadini italiani sia noto il nome dei propri rappresentanti a Bruxelles.

 

In questi giorni si stanno svolgendo in varie zone d’Italia azioni di evidente intralcio alla libera circolazione delle merci e delle persone, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione di grave difficoltà in cui versano varie categorie professionali.

Sono gli autotrasportatori, in particolare, a distinguersi nella protesta, alla quale però partecipano anche soggetti provenienti da ambiti molto diversi del mondo del lavoro, unendo imprenditori e disoccupati.

Mercoledì, 27 Novembre 2013 23:03

Cittadini o elettori?

Essere o non essere? Questo è il dilemma. E' una delle frasi celebri di una delle opere di Shakespeare.

Nei giorni scorsi, parte della popolazione della Baviera, il Land più ricco della Germania, è stata chiamata alle urne per esprimersi sulla decisione di candidare la città di Monaco, quale ospitante le olimpiadi del 2022.

Nel 2022 ricorrerà il 50° anniversario dell’edizione olimpica svoltasi proprio a Monaco di Baviera nel 1972, rimasta tristemente famosa per il sanguinoso, quanto spettacolare attacco palestinese alla cittadella degli sportivi.

Lunedì, 25 Novembre 2013 21:48

EUROPA OGGI

Mentre il Presidente Usa gioisce per l’accordo siglato a Ginevra, tra i 3+3E+1 e l’Iran relativo al decennale contenzioso sullo sviluppo nucleare di quel Paese, il Parlamento greco sta approvando una legge che prevederà la pena del carcere per quanti non si atterranno alle direttive UE.

Sono almeno dieci anni che il governo comunitario che ora raggruppa 28 Stati, anche molto diversi per lingua, tradizioni e storia, vara provvedimenti basilari per la vita dei cittadini che vi abitano, senza che nei rispettivi Paesi vi sia la possibilità di un’adeguata discussione politica.

 

 

Venerdì, 15 Novembre 2013 20:38

Italia 2020?

In questi giorni la nostra stampa nazionale si è scandalizzata per due episodi assurti agli onori della cronaca a distanza di tempo ravvicinata, aventi come denominatore comune la medesima incuria per la vita altrui.

Il primo caso riguarda la ragazza nuda, fotografata distesa tra la spazzatura alla stazione centrale di Milano; il secondo, l’episodio della donna, un medico, accasciata sul cofano di un’autovettura, in una centralissima area milanese, perché sottoposta ad un attacco della malattia al sistema immunitario che la colpisce.

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Così anche gli agnelli musulmani scopriranno il lupo dentro di loro
    Scritto da
    L'automobile è stata sempre sentita dai giovani maschi come una conquista di potenza. E di fatto lo è. Non per nulla la pubblicità di solito presenta un nuovo modello con accanto una prorompente ragazza sexy pronta ad accettare un passaggio: conquistare una donna è stato sempre simbolo, almeno in occidente, di qualsiasi altra conquista. È la velocità cui si può spingere un’automobile che suggerisce al maschio il senso della propria potenza? No, la velocità ne è soltanto lo strumento: il vero motivo è la possibilità di uccidere, una possibilità che trasforma l’automobile in una potentissima arma e l’uomo che la…
    Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto