Contenuto Principale
Domenica, 02 Marzo 2014

Le bambine che cercavano conchiglie

Postato da  

Titolo: Le bambine che cercavano conchiglie (titolo originale: Secrets of the Tides)

Autore: Hannah Richell

Editore: Garzanti

"Bel romanzo che si legge in un soffio. La trama veloce e ricca di aspettativa, svela pagina dopo pagina, i segreti inconfessabili che hanno distrutto la serenità di una famiglia ed inflitto un pesante senso di colpa a tutti i suoi componenti. Ognuno di loro custodisce i propri incubi e solo il trascorrere degli anni permette, lentamente, un’introspezione individuale, che prima sarebbe stata troppo dolorosa.” Cinzia Albertini

Sintesi:

Il mare in tempesta si infrange sulle coste frastagliate del Dorset. In alto, su una scogliera impervia, si erge una casa colonica con le mura imbiancate che brillano come un faro sotto la luce del sole. Clifftops. Il posto che una volta Dora chiamava casa.

Da dietro le ampie finestre le sembra ancora di sentire risuonare le risa di sua sorella Cassie, il rumore delle loro corse di bambine gioiose. Adesso la natura ha ripreso il sopravvento e l'edera avvolge le antiche mura della magione dei Tide, in un viluppo di silenzio, polvere e segreti. Dora è fuggita da tutto questo, schiacciata dal peso della colpa. Una colpa inafferrabile come il vento, ma che si è insinuata nelle fibre del suo essere in profondità. E non le fa dimenticare quella lunga e calda giornata d'estate di tanti anni prima. I giochi alla ricerca di conchiglie, i nascondigli tra le rocce e quella piccola, fatale distrazione che ha distrutto un'intera famiglia. Da allora Cassie non le vuole più parlare e le due sorelle si sono allontanate irrimediabilmente. La sabbia e il vento non sono riusciti a disperdere il dolore, che è rimasto sepolto, come un cuore pulsante. Ma oggi Dora non può più fuggire, il soffio di una nuova vita respira dentro di lei e per amore del suo bambino deve ritrovare i pezzi perduti della sua vita. Perché dietro il massiccio portone di legno di quercia di Clifftops ci sono due occhi pieni di accuse e segreti ad attenderla, gli occhi di una donna che dovrebbe amarla, ma che da sedici anni sembrano covare solo risentimento. Gli occhi di sua madre. Dora deve trovare il coraggio di affrontarli una volta per tutte, prima che il segreto che le ha spezzate le travolga definitivamente come un'onda troppo impetuosa.

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • ELOGIO DELLA FUGA
    Scritto da
    Titolo: Elogio della fuga Autore: Henri Laborit Editore: Mondadori Saggi Mediante questa teoria della fuga uno dei maggiori biologi e filosofi del comportamento umano, espone il suo pensiero sui temi di maggiore interesse per l’uomo: libertà, amore, felicità, politica, piacere e vita quotidiana, tracciando infine un’idea per la società ideale. Nato ad Hanoi nel 1914, direttore per molti anni della “Revue d’agressologie”, Laborit ha focalizzato il suo interesse scientifico sulla reazione organica all’aggressività, tentando di estendere alle scienze sociali gli elementi strutturali della biologia. Le sue teorie sulla biologia comportamentale esposte nella “Nouvelle grille” del 1974 sono state alla base…
    Leggi tutto...

Utenti online

Abbiamo 495 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto