Contenuto Principale

Scoperte Archeologiche non Autorizzate

Postato da  

Titolo: Scoperte Archeologiche non Autorizzate

Autore: Marco Pizzuti

Editore: Punto d'incontro

"Un saggio storico molto scorrevole. Fin dalle prime pagine il libro mette in dubbio molti punti fermi della storia ortodossa attraverso prove, ragionamenti e citando fonti dell'archeologia "eretica". Il libro tratta principalmente due argomenti. Il primo riguarda le piramidi, non solo le più famose Piramidi Egizie ma anche quelle disseminate nel resto del globo, che presentano tutte quante caratteristiche comuni. Inoltre si sofferma su chi sia realmente il costruttore di tali opere di ingegno, negando la paternità delle stesse ai faraoni d'Egitto, provandolo e motivandolo sulla base di fonti storiche. Il secondo argomento è il Cristianesimo. Analizzando la vita di un cristo terreno, dei suoi discepoli guerrieri, collegandolo con gli illuminati, i cavalieri templari e infine alla massoneria e mettendo in luce come la chiesa abbia modificato i vangeli e la documentazione storica per poter continuare a sostenere i propri dogmi." Nico Reali

Sintesi:

"Per capire realmente il presente è indispensabile conoscere il passato, oltre le verità politicamente corrette".
- Marco Pizzuti

L'origine e lo sviluppo della civiltà umana non possono più essere considerati misteri completamente risolti. Le recenti scoperte scientifiche sulle catastrofi planetarie determinate da fenomeni ciclici come l'inversione dei poli magnetici o casuali impatti meteoritici impongono ormai una rilettura meno semplicistica della nostra storia...
Un ciclone di letteratura scientifica indipendente sta letteralmente travolgendo tutti i precedenti dogmi accademici, per introdurre nella comunità scientifica novità (o meglio riscoperte) come il concetto di sviluppo ciclico del progresso umano. Con esso si vuole intendere l'arco dei millenni in cui le civiltà fioriscono e poi cessano di esistere a causa di cataclismi naturali. A conferma di questo nuovo orientamento emergente troviamo un lungo elenco di reperti archeologici e di conoscenze anacronistiche (cioè non compatibili con quella che si suppone essere stata la tecnologia del tempo), che costituiscono una vera e propria spina nel fianco per l'odierna teoria ortodossa maggioritaria.
Gli unici a discuterne sono i ricercatori esclusi dal libro paga delle istituzioni, oltre ad alcuni insigni accademici fuori dal coro. Schierarsi a favore dell'archeologia "eretica", condannata dall'establishment ortodosso a non avere alcuna visibilità nei grandi canali di informazione, significa dover accettare un confronto ad armi impari contro pregiudizi, luoghi comuni e dogmi largamente condivisi. Ciononostante, Scoperte archeologiche non autorizzate intende fare luce su questioni storico-archeologiche realmente esplosive e controverse.

Nico Reali

nato a Vizzolo Predabissi il 13/12/1975

residente a Viarago di Pergine Valsugana

 

Sono un docente di informatica ed esaminatore ECDL core / advanced / Web editing e Image editing

 

Sono appassionato di Sport , ho praticato a livello agonistico l'arte marziale del "judo", attualmente mi sono dedicato a due sport / attività ludico sportiva:

 

1) la subacquea ho un brevetto ricreativo ed uno tecnico

2) Il softair

 

Sono vicepresidente di un Associazione Sportiva Dilettantistica di Softair e sono referente per il Trentino Alto Adige del circuito di Milsim AWB

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Caro John, "nipote di": giovane palermitana scrive a Elkann
    Scritto da
    Caro John, "nipote di": giovane palermitana scrive a Elkann„Claudia Rizzo, 29 anni, risponde al presidente della Fiat che nei giorni scorsi aveva dichiarato: "Molti giovani non trovano lavoro perchè stanno bene a casa". "Vivo ancora a casa con i miei, che ringrazio per avermi dato la possibilità di studiare..."“ Caro John, "nipote di": giovane palermitana scrive a Elkann„ Riceviamo e pubblichiamo: Caro John Elkann, quando l'altro ieri ho letto le sue parole ho sentito il bisogno di pubblicarle immediatamente su facebook con una frase siciliana abbastanza volgare a commento. Mi sono scusata perché generalmente non amo esprimermi con certi termini…
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 697 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto