Contenuto Principale
Domenica, 15 Giugno 2014

IL COLPO DI STATO DI BANCHE E GOVERNI. L’attacco alla democrazia in Europa

Postato da  

Titolo:IL COLPO DI STATO DI BANCHE E GOVERNI.L’attacco alla democrazia in Europa

Autore: Luciano Gallino

Editore: Einaudi

Il tracollo finanziario di questi anni non è dovuto a un incidente del sistema: né tantomeno al debito pubblico che gli Stati avrebbero accumulato per sostenere una spesa sociale eccessiva. È il risultato dell'accumulazione finanziaria perseguita ad ogni costo per reagire alla stagnazione economica di fine secolo. È indispensabile riportare la finanza al servizio dell'economia reale, anzitutto creando occupazione: senza lavoro non c'è crescita. Non vale, invece, il contrario.

Sintesi:

La crisi che stiamo vivendo è stata sovente rappresentata come un fenomeno naturale imprevedibile: un terremoto, uno tsunami. Oppure come un incidente capitato a un sistema, quello finanziario, che di per sé funzionava perfettamente.

In realtà è stata il risultato di una risposta sbagliata, di ordine finanziario, che la politica ha dato al rallentamento dell'economia reale in corso da lungo tempo. E non, come afferma Bruxelles, il prodotto del debito eccessivo che gli Stati avrebbero contratto a causa della crescente spesa sociale.

Al contrario è stato favorito lo sviluppo senza limite delle attività speculative dei grandi gruppi finanziari. Avere lasciato il potere di creare denaro per nove decimi alle banche private è un difetto che sta minando alla base l'economia. E questo con la complicità dell'intero sistema politico e finanziario (la Bce, la Fed, la Banca d'Inghilterra, i fondi speculativi e quelli sovrani, i governi e la Commissione europea). Poche decine di migliaia di individui, i responsabili, contro decine di milioni di vittime. Senza contare che per rimediare ai guasti del sistema finanziario le politiche di austerità stanno generando pesanti recessioni: nell'intento di proseguire con ogni mezzo la redistribuzione della ricchezza dal basso verso l'alto in atto da oltre trent'anni.

 

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • L’emotività di Facebook
    Scritto da
    La notizia della morte del Presidente del Consiglio regionale Diego Moltrer, è balzata all’attenzione dei media nazionali, a seguito il post apparso su face book scritto dal segretario del partito nazionale animalista europeo Enrico Rizzi. In esso l’autore richiamava, post-mortem, l’attenzione di Moltrer su cosa significasse la morte. Becero modo per sottolineare ad un “convitato di pietra”, impossibilitato a replicare, la fondatezza delle proprie idee, in tema di preservazione della fauna alpina e degli animali in generale. La morte, indissolubilmente unita alla vita, è un momento che incute naturale rispetto, ad ogni latitudine, chicchessia raggiunga.
    Leggi tutto...

Utenti online

Abbiamo 247 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto